mercoledì 6 novembre 2013

Ovunque nel tempo...con La Straniera

Il titolo è un pò bizzarro, ma è per introdurvi l'argomento di questo post, ossia il paragone tra Ovunque nel Tempo e La Straniera; confronto che in molti si sono (e mi hanno) chiesto di spiegare loro.
Facciamo un piccolo passo indietro e ricordiamo che Ovunque nel Tempo è la prima edizione italiana di Outlander ed uscito in edizione Sonzogno (e successivamente anche dal Club degli Editori...motivo per cui si trovano online 2 diverse cover di questa versione) nel 1993 mentre La Straniera è la versione più famosa nonche più recente ed è edito dalla Corbaccio nel 2003; successivamente, la medesima versione è stata pubblicata anche dalla casa editrice TEA.
Le differenze tra le due versioni possono sembrare poche o trascurabili, ma per un lettore attento della saga le differenze ci sono...eccome se ci sono!

- La prima differenza che salta all'occhio è la differenza di dimensione
Quasi a parità di carattere del testo, Ovunque nel Tempo è più piccolo, 551 pagine, rispetto a La Straniera con le sue 836 e la cosa dovrebbe far arrivare velocemente ad alcune conclusioni.
Come confermatoci direttamente dalla stessa Diana, il libro è circa 1/4 dell'originale a discapito della storia stessa, cosa che l'ha portata ha ritirare i diritti di pubblicazione. 
Fortunatamente l'edizione successiva (ben 10 anni d'attesa) ha reso maggior giustizia al libro che tanto amiamo.

- Altra differenza che si nota appena si comincia a leggere, è il differente traduttore
La maggior parte, tutti tranne A Breath of Snow and Ashes e An Echo in the Bone, libri della saga sono stati tradotti da Valeria Galassi (che il blog ha intervistato tempo fa) dando conseguentemente una sorta di filo continuativo nell'impostazione linguistica. Ovunque invece ha una diversa traduttrice e quindi una diversa impronta.
Sempre riguardo alla traduzione, alcuni punti sono abbastanza discordanti tra loro; oltre al famoso Sassenach della versione originale e della versione più recente che viene tradotto con un poco felice Sassone, altri piccoli punti perdono un pò di quella magia che avvolge il romanzo che tanto amiamo:
Outlander
"Don't be afraid," he whispered into my hair. "There's the two of us now."
Ovunque nel Tempo
"Non avere paura" mi mormorò all'orecchio. "Adesso ci siamo solo noi due."
La Straniera
"Non aver paura", mi sussurrò tra i capelli. "Adesso siamo in due."

...sfumature, solo sfumature, ma sono anche quelle che ci hanno fatto amare così tanto e per così tanto tempo la saga.

- Un'altra differenza è abbastanza grossina...i tagli
Ebbene si, la prima versione è stata tagliata...ma anche La Straniera presenta delle piccole parti mancanti! Ad esempio, la prima notte di nozze Jamie e Claire parlano della natura sacra del matrimonio (e non solo) e di ricci; in Ovunque nel tempo questa parte presenta qualche dialogo in più che nell'edizione più recente non c'è.

L'ideale sarebbe quindi leggere entrambe le edizioni italiane così da avere un'idea di come sia il romanzo originale...oppure, meglio ancora (per chi può), leggere proprio il romanzo originale scritto da Diana Gabaldon*. 

*Originale nella versione americana in quanto la versione inglese, dal titolo Cross Stitch, è anch'essa diversa e con alcuni tagli.
Grazie a Tsukino per le info sulla versione inglese ^___^

5 commenti:

tsukino ha detto...

Mi sembra, però, che il cambio della traduttrice ci sia da A Breath of Snow and Ashes.
Anche CROSS STITCH, versione UK di Outlander è leggermente differente. Su apposita richiesta dell’editore britannico sono state cambiate alcune cose (tipo le date) e sono state aggiunte alcune parti (specie su Frank), poi hanno tolte alcune scene (per esempio, se non erro, manca totalmente la parte relativa alla loro intimità dopo la piccola battaglia con il clan rivale).

Mi piacerebbe sapere le motivazioni che spingono a fare questi tagli, per esempio la parte della prima notte di nozze è stata tagliata per motivi “religiosi”?
E che motivo c’era in CROSS STITCH di eliminare quella scena?

FreeScots Methos ha detto...


vero! è Cristina Brovelli! mi sono confusa con i libri >.< (ma perchè li dividono?! ç__ç grazie, ho corretto il post ^__^)
Cross Stitch non l'ho preso in considerazione :/
ogni paese ha le sue edizioni...e i suoi tagli; ad esempio la versione spagnola, ha tagliato l'introduzione di Dragonfly in Amber...perchè, non si sa o__O e mi sono basata solo sulla versione originale e sulle due italiane ^_^

Secondo me è SOLO per motivi religiosi. Non vedo quale altra motivazione si possa trovare altrimenti :/ se è per il fatto di essere una scena 'hot', beh, ce ne sono di più spinte. Per la scena dell'edizione inglese...forse per questioni 'sociali'? o.O *fa-ipotesi-assurde* il sesso dopo una rissa potrebbe portare chi legge a pensare di fare risse per poi andara a fare altro? è una teoria debolissima, assurda e pure molto campata in aria, ma non mi viene in mente altro XD

Leonie ha detto...

sono daccordo con te quando dici che l'ideale è leggere entrambe le edizioni per avere un'idea completa di tutto

stefania.fiorellino ha detto...

Aww lo vorrei sto libro! Ovunque nel tempo, intendo. Devo controllare in giro se riesco a trovarlo...
Grazie Meths!!! ^_^

FreeScots Methos ha detto...

una piccola info: parlando con Diana di queste diverse edizioni, ha detto di aver richiesto (e ottenuto) indietro i diritti d'autore dopo la pubblicazione della prima -tragica e martoriata- edizione del libro...motivo per cui ci sono voluti alcuni anni prima di rivedere La Straniera in Italia con una versione migliore edita dalla Corbaccio O.O